Southafritaly

Info e viaggi Sud Africa Italia; News and travel South Africa Italy

Una singolare esperienza formativa suddivisa tra Bologna e Johannesburg. La propone il Cestas (Centro di Educazione Sanitaria e Tecnologie Appropriate Sanitarie: www.cestas.org) per il prossimo autunno, con il titolo di “Urban resilience, food security and ecological health promotion”, patrocinato da Dipartimento di scienze e tecnologie agroalimentari della Facoltà di Agraria dell’Università di Bologna e della University of the Witwatersrand di Johannesburg.
Il corso, che si svolgerà a Bologna dal 12 al 15 settembre e in Sudafrica dal 10 al 23 ottobre, ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti le competenze teoriche e pratiche relative alla promozione della salute in una dimensione di sostenibilità ambientale, sicurezza alimentare e nutrizione, design urbano sostenibile, sviluppo sostenibile del territorio e agricoltura urbana. Prevede 12 posti per laureati triennali, studenti iscritti ad un corso di Laurea Magistrale, o ad un Master, o ad un corso di Alta Formazione Universitaria, o ad un dottorato di ricerca; diplomati (scuola secondaria superiore) con esperienza e motivato interesse nelle seguenti aree: pianificazione e sviluppo sostenibile del territorio, salute e nutrizione, agricoltura urbana. Tra tutti i partecipanti, Cestas ne selezionerà due cui proporre una successiva esperienza lavorativa retribuita di tre mesi in un progetto di cooperazione internazionale- Intanto chi vuol partecipare al corso deve isciversi entro il 29 luglio, e preparare 1.500 euro.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA
  • Twelve italian students will attend next autumn a short course Italy-South africa on “Urban resilience, food security and ecological health promotion”. Italian Ong Cestas proposes it, supported by Unversities of Bologna and Witwatersrand. The course will take place on september 12th-15th in Bolog(www.cestas.org) na and october 10th-20th in Johannesburg. Two of the 12 admitted could also take part in a three-months job experience, offered by Cestas in Africa or South america.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA
  • Patta, premi e Parmigiano

     Dunque sabato scorso Debora Patta è stata premiata a Bologna come una delle eccellenze femminili italiane nel mondo. Non indugiamo nelle cronache dell’evento, ma è certo che l’indomani l’anchorwoman italo-sudafricana appariva quantomai giovanile e rilassata: per sdoganare i lasciti del buffet (dove sono andati a ruba parmigiano ed aceto balsamico) e di una lauta cena in una trattoria del centro bolognese, per brunch domenicale ha scelto un salutare gelato allo yogurt.

    Ora, per la conduttrice di Third Degree sarà presto tempo di passare idealmente il testimone. Il prossimo 21 ottobre sarà lei la guest speaker del Business Excellence Award 2010, l’evento con cui la Camera di Commercio Italo-Sudafricana evidenzia annualmente le realtà imprenditoriali italiane che si sono distinte in Sudafrica. La manifestazione si svolgerà al club “The wanderer’s” di Illovo (Johannesburg) e nella comunità italo­-sudafricana c’è molta curiosità per vedere chi salirà sul “podio”, in quello che è stato un anno molto intenso anche per varie aziende italiane, a causa dei Mondiali. Molti degli imprenditori ‘oriundi’ si stanno organizzando per aggiudicarsi un tavolo di prima fila durante il gala: chi vuol saperne di più scriva a info@italcham.co.za. Prevista anche una lotteria benefica con una Fiat 500 in palio.

     

     

    Patta, from Bologna to the 2010 BEA

    bologna.jpg

    Debora Patta at her best, last saturday in Italy. The Third degree’s anchorwoman was clapped in a crowded theatre in the city center of Bologna, where she arrived to receive the 2010 Italian Women in the World award. Up to the rumors, Patta agreed the welcoming ceremony as much as the italian food served immediately afterwards, especially thanks to italian cheese (parmigiano reggiano) and balsamic vinegar. After a rainy day, the morning after she woke up with the sun shining in the sky of Bologna, and perhaps it has been the best way to say goodbye to Italy and fly back to Johannesburg, where she’ll attend soon another Italo-southafrican night. On october 21st, at the Wanderer’s club in Illoyo, Italian-Southafrican Chamber of trade and Industry and Fnb will hold the 2010 Business Exellence Award, to celebrate companies who acted in ecellent ways during the World Cup year. Debora Patta will be be the guest speaker altogether with Sasha Martinengo as Master of Cerimonies. Businessmen interested in take part should phone 011 – 7265932.

    World cup cities: Johannesburg


    johannesburg1.jpg

    It’s the Gauteng capital, the very business centre of the nation and about 3 millions people lives there, with a temperate climate. The city hosts the Ellis Park stadium (62.000 places). Ot of the centre, southwards, you find Soweto, the most famous township where black people fought their main battles for freedom. Near od Soweto there’s the Soccer city stadium, with a 90.000 places capacity.

  • 0 Comments
  • Filed under: 2010, travel

  • Seconda ipotesi: partenza il 18 giugno, ritorno il 25, subito dopo Italia-Slovacchia. In questo caso prendiamo per base Johannesburg. Con Etihad Airways da Milano si può spendere ‘appena’ 870 euro, 17 ore all’andata, 24 al ritorno: i posti sul rientro, però, si contano già sulle dita di una mano. Partendo negli stessi giorni da Roma invece, la migliore combinazione prezzo-rapidità è quella di Ethiopian Airlines: appena 12 ore all’andata, 16 scarse al ritorno per 1042 euro totali. Anche in questo caso, però, i posti sul volo di rientro cominciano già a scarseggiare.

  • 0 Comments
  • Filed under: 2010, Italy-SA
  • SA on italian cover pages

    Southafrica appeared mny times on main pages of italian newspapers, in these weeks. Before that Daily newspapers published news about Mbeki resign, the weekly magazine “Espresso” dedicated a reportage from Johannesburg to the problem of violence. Two weeks before, “Viaggi” (also a weekly magazine) showed the wonderful heritage of Limpopo and Kruger Park, with an article signed by the italian WWF founder Fulco Pratesi.

     

    Prime pagine sul Sudafrica di segno opposto, in questo periodo, sui giornali italiani. Prima delle notizie sulle dimissioni di Mbeki, apparse sui maggiori quotidiani, il settimanale l’Espresso ha dedicato un ampio servizio alla questione-violenza, con un reportage da Johannesburg. Due settimane prima, il settimanale Viaggi (supplemento del quotidiano Repubblica) aveva dedicato la copertina e diverse pagine all’interno alle meraviglie del Limpopo e del Kruger Park, con un articolo del fondatore del WWF italiano, Fulco Pratesi.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA