Southafritaly

Info e viaggi Sud Africa Italia; News and travel South Africa Italy

Dal biscotto può nascere un fiore

tobm-newlogo.pngIl Comune di Milano destina questa estate lo spazio espositivo del PAC ad un a retrospettiva multimediale sul Sudafrica intitolata “The rise and fall of Apartheid- phography and bureacracy of everyday life”. Non ho visitato fin qui la mostra (c’è tempo fino al 15 settembre 2013) ma le critiche di settore sembrano piuttosto buone, ed è certo una cosa positiva che chi ha i mezzi per farlo in Italia si dedichi a “mostrare l’apartheid per conservarne la memoria, senza banalizzare l’indicibile” per dirla con le parole di Art tribune.

Meriterebbe dare anche un po’ di risalto a quanto (di buono, magari) è stato fatto laggiù anche dopo il 1994. A Parigi, contemporaneamente, la mostra My Joburg alla Maison rouge sta mostrando (fino al 22/9) le recenti trasformazioni di Johannesburg, esponendo le opere di 40 artisti sudafricani.

Un occhio attento lo meriterebbe anche Cape town, e le sue singolari innovazioni. Quella dell’Old biscuit mill, ad esempio, una ex fabbrica alimentare riconvertita da alcuni anni a spazio di creative co-working, animato da designer di tendenza, artigiani della ceramica o del vetro, architetti, creatori di primizie gastronomiche. Vanta già una certa fama da mèta turistica a la page, nel mondo anglosassone, in virtù del food market che vi si tiene ogni sabato mattina, capace di attrarre folle di clienti talvolta pure eccessive.

L’idea di dar vita a spazi dove mostrare forme espressive eterogenee, e dove far ‘risiedere’ persone capaci di creare, mi è sembrata lodevole sin dalla prima volta che visitai il Beaubourg a Parigi. La scelta di riconvertire in questo senso luoghi di archeologia industriale non è certo inedita, ma vederla realizzata all’estremo capo dell’Africa mi lascia oggi una sensazione bittersweet, pensando a certe realtà ‘nostrane’ che avrebbero potuto fare altrettanto, e non l’hanno fatto.

Intanto, grazie all’Ansa che mi ha fatto scoprire l’Old biscuit qualche settimana fa, e a Fabrizio Marta, autore del blog Rotellando che l’ha recensito giusto ieri, dopo averlo ‘toccato con mano (e ruote)’ .

Il leone, il bufalo e la Madunina

Offensiva turistica sudafricana in Italia, in questi giorni. L’ente di promozione turistica sta proiettando in queste ore gigantesche immagini dei big 5 in movimento su altrettanti, celebri monmenti e palazzi di Milano, sede fino a domenica della BIT (il più importante evento fieristico del turismo in Italia). L’offensiiva viaggia anche sul filo con il concorso “porta cinque amici in sudafrica”, che ta girando sui siti di alcune riviste glamour.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA, travel

  • Seconda ipotesi: partenza il 18 giugno, ritorno il 25, subito dopo Italia-Slovacchia. In questo caso prendiamo per base Johannesburg. Con Etihad Airways da Milano si può spendere ‘appena’ 870 euro, 17 ore all’andata, 24 al ritorno: i posti sul rientro, però, si contano già sulle dita di una mano. Partendo negli stessi giorni da Roma invece, la migliore combinazione prezzo-rapidità è quella di Ethiopian Airlines: appena 12 ore all’andata, 16 scarse al ritorno per 1042 euro totali. Anche in questo caso, però, i posti sul volo di rientro cominciano già a scarseggiare.

  • 0 Comments
  • Filed under: 2010, Italy-SA
  • 1192080_airplane.jpg

    Sperando che la nube del vulcano islandese si dissolva, per volare al seguito degli azzurri c’è ancora posto ma…conviene affrettarsi. A due mesi dall’esordio della nazionale italiana nei mondiali di Sudafrica le richieste degli appassionati cominciano a pesare nelle disponibilità delle compagnie aeree. Per avere il ‘polso’ della situazione abbiamo fatto un paio di simulazioni, calandoci nelle vesti di uno sportivo che si accontenta di essere sul posto solo durante la prima fase della competizione. (more…)

  • 0 Comments
  • Filed under: 2010, Italy-SA
  • b09lclb0039.jpg

    Mentre le attenzioni dei tifosi italiani sono ancora rapite da campionato e champions league, nei giorni scorsi più di un quotidiano nazionale ha dato risalto alla storia del calcio giocato a Robben Island, quando la prigione che ospita l’isola di fronte a Città del Capo era ancora in piena funzione. L’occasione è stata la presentazione a Milano del film “More than just a game”, nell’ambito del 20° festival del cinema africano. (more…)

  • 1 Comment
  • Filed under: 2010, Italy-SA