Southafritaly

Info e viaggi Sud Africa Italia; News and travel South Africa Italy

I fantastici quattro di fine anno

dd1_0214.jpgVisto quanto di negativo ci siamo trovati a scrivere nei mesi scorsi, fa davvero piacere chiudere l’anno segnalando quattro significative note positive. Se in Italia le banche sono nel mirino, in Sudafrica all’opposto il settore sta conoscendo una rapida espansione, che si traduce in nuovi, appetibili posti di lavoro: 53mila nuovi dipendenti nel solo terzo trimestre del 2011, stando a Bloomberg e Adcorp Holdings. La potenzialità di nuovi clienti, intesi questi come sudafricani che finora non avevano neppure un conto corrente, è talmente ampia da prevedere ulteriori crescite nel corso del prossimo anno.
Cresce, nondimeno anche il turismo, ed in questo l’Italia sta dando una buona mano al Sudafrica. Se si eccettua il mese di giugno, il più esposto all’effetto-Mondiali del 2010, il confronto tra il 2011 e l’anno passato segna continuamente una crescita negli arrivi di italiani in Sudafrica: oltre 40mila da gennaio a settembre, su 6 milioni di visitatori esteri complessivi.
E cresce anche l’integrazione della comunità italiana in Sudafrica: le scuole private non sono necessariamente un indice di benessere comunitario, ma è un dato di fatto che per la prima volta a fine 2011 si sono poste le basi (tra gruppo Crawford, Club Italiano di Johannesburg e Consolato Generale) per avviare una scuola italiana che accoglierà 550 bambini a Johannesburg.
Infine, è un piacere dar conto del fatto che il progetto Netsafrica, che più volte abbiamo seguito negli ultimi anni, è approdato a nuovi traguardi: grazie ad una partnership con Confesercenti ed il Comune di Grosseto, è stata avviata la realizzazione di un moderno mercato ambulante delle merci a Lusikisiki: forse già il prossimo anno 250 banchi vendita regolati da precise disposizioni animeranno in modo più moderno e funzionale la vita di questo borgo sudafricano, grazie anche all’Italia. Auguri!

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA
  • A fab-four set to end the year

    leratong-pre-primary-adtalent.jpgWe wrote about so many bad things this year, over this blog. So it’s a real pleasure, today, to end the year posting 4 good news facing the new year that’s coming. First of all: SA financial industry is growing faster and faster, and 53.000 new employed got in between july and september, 2011. Figures allows to expect new records in 2012.
    Tourism seems also to grow: italian visitors grew this year month after month, except june who was the ‘record month’ in 2010, thanks to World Cup. From january to september, 2011 40.000 italians flew there, part of a six-millions invasion from all over the world.
    Third: we don’t like so much private school, but as a matter of fact the first italian primary school is willing to open in Johannesburg, thanks to an agreement signed in december between Crawford group, Italian club in Joburg and Italian Consulate. More than 500 children are expected to attend the institute.
    Last but not least, Netsafrica project (do you still remember?) faces new target: in partnership with the Town hall of Grosseto (central Italy) and the local traders organizations, Oxfam international will start a large open air-market in Lusikisiki, with modern rules and standars. A good example of real cooperation between Italy and Southafrica. And now…best wishes!.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA
  • scuola-ucodep.jpgDa due anni sono compagni di classe a distanza, grazie alle nuove tecnologie. Ora, per i ragazzi di cinque scuole toscane e di altrettante del Gauteng arriva il tempo degli esami; anche se, a dire il vero, non ci saranno rischi di bocciature. Sta infatti per giungere al termine il percorso di Netsafrica, il programma triennale di cooperazione decentrata sostenuto da Regione Toscana, Ministero degli Esteri ed Oxfam Italia (ex Ucodep) di cui abbiamo già scritto in passato. Pochi giorni fa a Castelfiorentino, provincia di Firenze, c’è stata la rassegna dei lavori svolti dalle cinque classi toscane che a partire dalla primavera 2009 hanno condiviso i compiti con i coetanei del Gauteng. Così a Castelfiorentino sono arrivati i ragazzi della “Colonna” di Arezzo, del “Pesenti” di Cascina, del “Portelli” di Loro Ciuffenna, del “Lazzeretti” di Arcidosso, oltre a quelli del locale “Enriques”. Cosa hanno sviluppato di buono, e cosa hanno fatto contemporaneamente i ragazzi sudafricani? Lo sapremo probabilmente a giugno, quando è prevista la conferenza finale del progetto.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA
  • Since 2 years they’ve been schoolfriends by e-learning. Now, kids of five Gauteng secondary schools and contemporaries of five Tuscan schools are approaching to the end of their shared work. It’s near to the end Netsafrica, the three-years project we already wrote about in the past, launched in 2008 by Tuscany Region, Italian Foreign Ministry and Oxfam Italy. This week in Castelfiorentino, near Florence, fine tuscan schools involved showed their works, began and increased altogether with Gauteng boys and girls, thanks to information techologies. Real results of this coooperation experience are expected in june, when there should tke place the final conference of Netsafrica.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA
  • Cooperation going on

     Netsafrica is going on, as it seems on the web. The three-years cooperation program between Tuscany and Eastern Cape is willing to get into its last rush, with its landing scheduled on may 2011. The offical web site is not so clear about what’s going on, but anyway something has been happening during last months, according to the rectruitments that took place on some Sa websites, searching for a Project manager and for a provincial coordinator.

    Less than six months on the go for Netsafrica; then, it will be time for the figures.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA
  • Zitti zitti, si coopera

     Netsafrica va avanti, o così almeno sembra. Il programma triennale di cooperazione decentrata tra Toscana e Eastern Cape toccherà tra pochi giorni un’altra tappa importante, con l’approvazione del documento annuale da parte dell’apposito comitato. Dai sito ufficiale non traspare molto su quanto effettivamente sia stato fatto fino ad ora (è bene ricordare che l’iniziativa è finanziata dal Ministero degli Affari esteri, sostenuta dalla Regione Toscana, dal dipartimento Cooperative Governance and Traditional Affairs e da Ucodep-Oxfam Italia) ma che qualcosa di concreto realmente si sia mosso nei mesi scorsi lo si è appreso anche attraverso alcuni siti sudafricani di ricerca del personale, dove sono state effettuate le ricerche rispettivamente di un Project manager e di un coordinatore provinciale con base a Pretoria (appena conclusa).

    Del resto, alla ‘resa dei conti’ annunciata (maggio 2011) ormai manca meno di un semestre. Per fare le “pagelle” agli studenti toscani e sudafricani che hanno collaborato a distanza, non resta che aspettare.

  • 0 Comments
  • Filed under: Italy-SA
  • scuola-ucodep.jpgSince 2008, Gauteng and Eastern Cape have got a special link with Italy, and with Tuscany region particularly. A project named “Netsafrica – southafrican-tuscan network” have been launched to support the “decentralised cooperation”, that means a way of supplementing the actions carried out by State, national and international institutions and NGOs, involving actors beyond the mere government sector. (more…)

  • 6 Comments
  • Filed under: Italy-SA, society