Southafritaly

Info e viaggi Sud Africa Italia; News and travel South Africa Italy

filippa.jpg

Chi prende la valigia e parte dal Sudafrica per andare a vendere sul mercato italiano? Le donne. Il micro-campione di Casltelmonastero, a metà di questo mese ha espresso questa indicazione: su 10 operatori di incoming saliti d’emisfero per proporre lodge hotel o itinerari, non uno era di sesso maschile.

Per contro, un variegato plotone femminile: eterogeneo per look o per età, ma piuttosto livellato quanto a preparazione.  Capace a volte di esprimersi addirittura in italiano, come nel caso di Lidia: distinta first lady di 3Sixty - Sun international (di origini italiane, va detto), in convention ha proposto tre linee di prodotto da upper class  ramificate  in un “golden triangle” tra Cape town, Sun city e le cascate Vittoria. Ha avuto gioco facile nel destare attenzione con la strategia dei figli alloggiati gratis (fino a 18 anni) per le famiglie che scelgono le family rooms, ed riuscita perfino a magnificare (con un sapiente uso dell’Ipad) una struttura come il Palace of lost city (a Sun city), decisamente kitsch alla vista (lei stessa l’ha premesso)  con tanto di spiaggia artificiale (e sabbia Namibia import).

Già detto di Chelsea (abile non nel parlare italiano, ma nel dialogare con chi la capiva senza attendere la traduzione), all’Imbizo day c’era anche Filippa. Ovvero, i Protea Hotels, 116 strutture in 7 nazioni africane, soprattutto in Sudafrica dove ai ‘classici’ si sono aggiunti recentemente i “Fire&ice”, più cool e rivolti ad un pubblico dinamico. Ben predisposta nell’oratoria – oltre che nel goodlooking, indeed -  Filippa mi ha fatto ricordare ascoltandola che in una di quelle strutture ho avuto la fortuna di alloggiarvi: non ricordo molto salvo una lauta colazione, a conferma dell’attenzione per il cibo che lei stessa riconosce ai clienti italiani.

Colori e fisionomie già apprezzate anche nel desk di Joburg tourism, dove le due ragazze (ahimé, non ricordo i nomi) potevano confondersi benissimo nelle moltitudini viste a Sandton o Soweto. Ovvero, in due dei tanti asset da loro messi in valigia per proporre la destinazione-Johannesburg: alcuni a me ben noti, altri non ancora (esiste anche un gold mine tour, durata due ore: meta ideale per Miniere di memorie), oppure recentemente ‘accessoriati’, come le torri di Soweto ora a prova di bungee jumping. E chi è pronto a lanciarsi, si faccia avanti.

Bafana Bafana: the new South African heroes

da Johannesburg

 pubblico-acclama-i-bafana-b.jpgA very big show yesterday in Sandton. Here was a large crowd waiting for Bafana Bafana players, to acclaim them and say good luck. Roads have been blocked between 12pm and 2pm. The procession went down Rivonia Road, Maude Street, West Street and Fredman Drive. Their arrive sent the audience into ecstasy. There were people dancing, singing and the sound of vuvuzelas filled the air. Large posters for them: “Bafana let’s go”, “Bafana all the way”, “We love you boys” and “Let the cup stay at home”. It is the first time that here in Jo’burg so many people go together in the streets for a single purpose: to see their national soccer team winning the World Cup.

  • 1 Comment
  • Filed under: 2010
  • Bafana Bafana: sono loro i nuovi eroi del Sudafrica

    from Johannesburg

     pubblico-acclama-i-bafana-b.jpgUn grande spettacolo ieri a Sandton. Una folla di gente attendeva i giocatori della nazionale sudafricana, i Bafana Bafana (guys, ragazzi), per acclamarli e augurare buona fortuna. Per la grande parata, dalle dodici alle due, sono state bloccate le strade principali del centro: Rivonia Road, Maude Street, West Street e Fredman Drive. Il loro arrivo ha suscitato entusiasmo e delirio. Sulla cima di un bus, che a fatica si faceva spazio tra la calca, salutavano il pubblico in delirio: c’era chi sorreggeva grandi striscioni in loro onore, chi indossava le makarapa (elmetti da stadio), chi ballava canzoni locali. Era un fiume di persone vestite di giallo e verde, perché tutti (compreso chi scrive) indossavano la loro maglia. L’aria era un concerto unico di vuvuzele. E tanti i cartelli e gli striscioni: “Forza Bafana!”, “Fino in fondo Bafana!”, “Vi amiamo ragazzi”, “Lasciate la coppa a casa”. È la prima volta che a Jo’burg così tante persone insieme, senza distinzione di colore di pelle, si riuniscono per un unico sogno comune: vedere la loro nazionale di calcio vincere la Coppa del Mondo.   

  • 0 Comments
  • Filed under: 2010
  • Problemi tecnici per gli ultimi biglietti dei mondiali

    da Johannesburg 

    le-bandiere-formato-mini-volano-su-tutte-le-macchine-di-johannesburg300.jpgA Sandton, Johannesburg, l’atmosfera dei mondiali si respira a pieni polmoni. Le strade, i negozi e le auto sono piene di bandiere. Da giovedì sera c’era grande attesa per gli ultimi biglietti che venerdì 28 maggio, sono diventati disponibili sul sito della Fifa e sugli altri canali ufficiali di vendita: 90,000 biglietti per 64 partite, lunghe code di tifose davanti ai centri Fifa e migliaia di persone stamattina alle 9 collegate da tutto il mondo e pronte ad acquistare. Purtroppo le loro aspettative sono state deluse. Il provider della Fifa ha avuto problemi tecnici, persino nei centri Fifa, ritardando di diverse ore l’inizio della vendita. Alla fine però i problemi tecnici si sono risolti e alle 17, quasi 60 mila biglietti erano stati venduti. Per diversi match, compresa la finale, non c’è più disponibilità.

    La scorsa notte ho visitato con Danny Jordan il centro di vendita di Sandton, Johannesburg, e mi sono commosso a vedere dozzine di fan già in coda per prendere gli ultimi biglietti dei mondiali. Oggi voglio sinceramente scusarmi con tutti i tifosi che hanno dovuto scontrarsi con questi problemi tecnici. Siamo intervenuti chiedendo subito al provider di risolvere la situazione e speriamo che nel giro di poche ore tutto si risolva” aveva dichiarato Jérôme Valcke, Segretario della Fifa”

  • 0 Comments
  • Filed under: 2010
  • Technical problems experienced in last ticket sales

    from Johannesburg 

    In Sandton, Johannesburg, you can feel the world cup atmosphere everywhere. Shops, streets and cars are full of flags. From thursday evening there was a big expectation for the last tickets that friday, 28 May are become available through all sales channels: 90,000 tickets for all 64 matches, a huge queue of fans in South Africa in front of the Fifa centres and housands of people ready to buy at the laptop. Regrettably, FIFA’s official service provider disappointed all of them: the sales process had technical problems which affected all sales channels, including ticketing centres and FNB branches. It has postponed the beginning of selling for several hours. Despite initial technical problems, at 17 pm, close to 60,000 tickets had been sold, and tickets were no longer available for several matches, including the final. (more…)

  • 1 Comment
  • Filed under: 2010